Giovani protagonisti

Non si fermano i giovani del Judo Kuroki, protagonisti di ottime prestazioni nelle impegnative gare di fine anno. A Celje nel 39° Novoletni Turnir vittoria di Iacopo Bardus (quattro incontri nella giornata), ma anche di Daniel Clocchiatti e Denis Pezzetta. I due giovanissimi sono al primo successo internazionale, al termine di una gara molto combattuta che ha visto entrambi primeggiare in tre incontri. Ottima anche la prova delle due ragazze in gara: argento per Anna Coradazzi e bronzo per Ilaria Cosenza, sconfitta dalla compagna di squadra dopo lo straordinario 5° posto ai Campionati Italiani. Belle le prove di Andrea Forabosco e Federico Craighero, alla fine settimi. Sempre a Celje nel Pokal Ivo Reya bronzo anche per il cadetto Marco Orlando, autore di un’ottima prestazione. I ragazzi sono stati seguiti in gara da Tiziano Tieppo e Loris Clocchiati.

Nella finale del Criterium Giovanissimi 2019, disputatasi a Pordenone premiazione per Mattia Gino Codutti tra i vincitori della Top Ten del 2009. Ben sette i primi posti nella Finale del Criterium con Giacomo Bertossi e Thomas Colaoni (2007), Mattia Gino Codutti (2008), Emma Adami (2009), Mario Vezzio (2010), Asia Bruni (2001) e Mattia Bruni (2012). Secondo gradino del podio per Aurora Pierro (2009) e per Alberto Di Fonzo del Judo Kuroki Zoppola di Marika Sato nel 2012. Bronzo, infine, per Vittorio Salvador del Kuroki Zoppola nel 2007, Nicolas Revelant (2008), Arianna Adami (2010), Valentina Revelant (2011) e Antonio Pierro (2012). Seguiti in gara dagli instancabili Sebastiano Billardello e Tiziano Tieppo i giovanissimi del Judo Kuroki chiudono il Criterium Giovanissimi 2019 con grande soddisfazione.

Il risultato più importante i giovani del Judo Kuroki lo avevano ottenuto la settimana scorsa a Roma nel Campionato Italiano Esordienti, dove Ilaria Cosenza con cinque vittorie su sette incontri aveva raggiunto il 5° posto assoluto e Iacopo Bardus con tre vittorie su cinque incontri il 7° posto. Andrea Forabosco era andato fuori al primo incontro, ma dopo un golden score record di quasi otto minuti, che aggiunti ai tre del tempo normale hanno poartato allo sproposito di quasi 11 minuti per passare il turno, come dire gara finita per chiunque avesse vinto. “La gara di Roma ci ha portato un quinto posto bellissimo e inatteso di Ilaria Cosenza e un settimo posto un po’ penalizzante per Iacopo Bardus, che comunque ha raggiunto un risultato di vertice e che chiude l’anno con tre medaglie nelle gare del Trofeo Italia”, hanno detto Junio Valerio Tullio Filippig e Tiziano Tieppo che hanno seguito i ragazzi a Roma. Comunque un ottimo risultato, che mette il Judo Kuroki in un’ottima prospettiva per il 2019.

2018-12-17T12:51:13+00:00

Leave A Comment