L’organizzazione Kuroki colpisce ancora

Si è chiusa la trentaseiesima edizione del Trofeo Tarcento, la nostra gara. L’organizzazione Kuroki ha saputo ancora una volta adeguarsi al meglio agli standard richiesti per un evento che, anno dopo anno, sta assumendo dimensioni e importanza sempre maggiori. Le criticità organizzative emerse nel corso della due giorni di Lignano sono state assorbite con prontezza dal comitato organizzatore. Un caloroso grazie a tutti i volontari, che costituiscono il cuore della “famiglia Kuroki”. La scelta di coinvolgere anche i più giovani in questo senso è stata senza dubbio vincente e da ripetersi.

Questa edizione, come ha sottolineato il delegato dell’EJU Hrvoje Lindi, è stata la più partecipata tra le Junior European Cup che sono state svolte fino ad oggi. Sono stati 609, infatti, gli atleti ad essersi contesi le 16 medaglie d’oro in palio in questi due giorni di gara e, fino ad oggi, la tappa con il maggior numero di partecipanti era Leibnitz, che nel 2014 aveva registrato 596 partecipanti. Le 36 nazioni scese sul tatami sono un record per il Trofeo che al suo massimo aveva raggiunto quota 30. La Repubblica Democratica del Congo, il Kyrgyzstan, il Porto Rico, il Tajikistan e gli Stati Uniti d’America sono le nazioni extraeuropee che hanno preso parte al torneo; 127 gli italiani in gara.

Il 36° Trofeo Tarcento è stato vinto dall’Ungheria, che si è posizionata davanti a tutti nel medagliere maschile, con due ori, due argenti e un bronzo. Alla Francia la Coppa Unione Europea, che tra le donne ha conquistato ben nove medaglie, di cui tre oro. A decretare il vincitore del medagliere complessivo, che si aggiudica la Coppa Valli del Torre, è stato l’incontro delle più +78kg, come accade nelle gare a squadre. La sfida a due è stata vinta dalla Francia, che alle medaglie femminili aggiunge un oro maschile nei -66kg. La Polisportiva Villanova, grazie al terzo posto di Kenny Komi Bedel, porta a casa la Coppa Costantini. Al Kyrgyzstan va la Coppa Amicizia.

Nella seconda giornata di gare è arrivato l’atteso oro per l’Italia, con Alice Bellandi che si riconferma prima nei -70kg per il secondo anno consecutivo. Scende di un gradino rispetto all’edizione precedente Nadia Simeoli, seconda nei -63kg. I bronzi di Martina Esposito nei -70kg, Anna Fortunio nei -78kg, Lorenzo Agro Sylvain nei -100kg e del già citato Kenny Komi Bedel nei -81kg completano le medaglie ottenute quest’oggi dall’Italia. Nella giornata di ieri erano saliti sul podio anche Mattia Mazzi, Federico Mella e Mattia Prosdocimo.

Da domani partirà l’EJU Training Camp, a cui hanno già aderito circa 300 atleti. Alle sessioni di allenamento parteciperà anche la Nazionale Italiana senior, in ritiro per la preparazione dell’Europeo che si svolgerà a Tel Aviv dal 26 al 28 aprile.

Gli italiani in gara:

Alessia Alia, Elena Andreoli, Matilda Avila, Christine Azzolini, Sofia Barboni, Alice Bellandi, Fabiana Bergamelli, Priscilla Binci, Rossella Boccola, Beatrice Brienza, Annalisa Calagreti, Martina Castagnola, Claudia Cerutti, Arianna Conti, Eleonora Crescini, Nicolle D Isanto, Costanza De Santis ,Martina Esposito, Flavia Favorini, Alessia Finotto, Carlotta Finotto, Anna Fortunio, Annalisa Gozzi , Ludovica Lentini, Federica Luciano, Arianna Manzoni, Marchisio Francesca, Lara Mari, Rebecca Miglino, Mariasole Momente, Marianna Palumbo, Panzani Rachele, Tea Patri, Cecilia Pedulla, Silvia Pellitteri, Kenya Perna, Sofia Petitto, Veronica Porro, Ilaria Qualizza, Michela Recchia, Giulia Santini, Martina Scisciola, Federica Silveri, Nadia Simeoli, Alessia Tedeschi, Federica Tolu, Alessia Trespine, Betty Vuk, Lorenzo Agro Sylvain, Simone Albarello, Paolo Kevin Aliberti, Antonio Apruzzesi, Alessandro Aramu, Matteo Armao, emanuele Aschi, Liborio Basirico, Kenny Komi Bedel, Federico Bencivenga, Enrico Bergamelli, Andrea Bertuzzi, Christian Bonfili, Davide Borriero, Alessandro Bosis, Luigi Brudetti, Patrick Cala Lesina, Giacomo Calderoni, Claudio Carbone, Luca Carlino, Filippo Casalini, Nicolò Casareto, Mattia Castellani, Lorenzo Coceancigh, Antonio Corsale, Biagio D’Angelo, Alessandro Del Re, Giovanni Donzella, Tiziano Falcone, Lorenzo Ferretti, Andrej Ferro, luca Forte, Andrea Fusco, Mattia Gallina, Daniele Gasparri, marco Ghitarrari, Emanuele Graziani, Gabriele Greco, Gioele Greco, Ruben Gulinello, Guglielmo Imperato, Gianluca Iudicelli, Mohammed Lahboub, Angelo Lionti, Alessandro Magnani, Aaron Mancori, Antonio Mancuso, Mattia Martelloni, Matteo Mazzi, Edoardo Mella, Simone Muzzi, Davide Nuzzo, Alessandro Osimani, Lorenzo Parodi, Luca Pigozzo, Luigi Pippa, Gennaro Pirelli, Ivan Pizzimenti, Alessandro Plantera, Francesco Pragliola, Lorenzo Principe, Diego Rea, Alessandro Regonesi, matteo Rije, diego Rinaldin, Simone Rispo, Matteo Rovegno, Luca Rubeca, andrea Scivoletto, Simone Sepulveris, Andrea Spicuglia, Raffaele Stefanelli, Christian storto, Lorenzo Tanganelli, Giovanni Tosti.

Delegati EJU:

  • Sport Director: Hrvoje Lindi (Cro)
  • Marketing Director: Eddy Koaz (Isr)
  • Referee commission: Vladimir Hnidka (Cze) e Nuno Carvalho (Por)

Organigramma del Comitato Organizzatore:

  • Responsabile sportivo: Manuela Tondolo
  • Responsabile marketing: Gino Gianmarco Stefanel
  • Responsabile Information Technology: Giampaolo Scapin
  • Responsabile accredito: Sara Moretti
  • Referente gestione gara e rapporti con il Computer Team: Gianluigi Pugnetti

Tutti i volontari:

Viviana Cacitti, Iacopo Bardus, Franco Bardus, Marina Cudin, Thomas Colaoni, Alfredo Sacilotto, Tiziano Tieppo, Gianluca Tieppo, Marina Talotti, Francesco Tieppo, Soraya Luri Meret, Marco Orlando, Enrico Sahurli, Ivan Sahurli, Giuliano Casco,  Emanulela Paro, Aurora Selenati, Greta Zuzzi, Manuela Del Medico, Sebastiano Bilardello, Chiara Santellani, Fabio Polo, Emanuele Polo, Stefania Polo, Loris Clocchiatti, Daniel Clocchiatti, Ilaria Cosenza, Stefano Vecchiet, Anna Corradazzi, Matteo Gerussi, Maurizio Bertoni, Isabella Ermacora, Ernesto Luri, Sara Fantni, Marco Di Natale, Andrea Pitis, Barbara Matiz, Daniele Menis, Caudio Rovere, Elisa Zuliani, Denis Pezzetta, Michele Londero, Alex Londero, Federico Craighero, Gino Gianmarco Stefanel, Manuela Tondolo, Yasellito De La Paz, Cristina Missio, Alberto Bertossi, Maria Sole Bertossi, Sara Moretti, Junio Valerio Tullio Filippig, Margherita Gori, Silvio Fraccascia, Gabriele Marzaro, Silvano Cracina, Markocic Mateja, Denis Braidotti, Ana Danela Cepeda Duran, Marialuisa Sacilotto, Antonella Sacilotto, Bortolo Maman, Gioia Busato, Massimo Bortolin, Rosella Bertolo, Thomas Misson, Fabrizio Marchetti, Daniela Pelizzari, Paolo Piasentin, Mario Aviani, Carlotta Bortoletti, Enrico Calligaris, Romeo Turra, Nicoletta Moro, Ketty Baruzzo, Diego Odorico, Adela Mumimovic, Luciano Bonvissuto, Francesco Polverino, Andrea Callegari, Andrea Di Benedetto, Irene Anzil, Alessia Somma, Elena Meroi, Bssila Kadir, Irene Chirvì, Alessia Dalla Pozza, Olga Gerasymovygh, Thomas Grassi, Anastasia Liculo, Jaime Macor, Mirsada Marsheftaj, Marsia Sula, Blerina Xehka, Chiara Nobile, Erica Zucchiatti, Fabio Cirilli, Giuseppe Curpi, Colomba Cirillo, Michela Palmerini, Gianpaolo Scapin, Diego Lancini, Claudio Doriguzzi, Laura Gabriele, Luca Ceroi, Jenny Pisoni, Andrea Zuliani

Questi i medagliati:

Femminili:

1) Francia, 2) Russia, 3) Ungheria

-44kg: 1) Fatime Beringer (Hun), 2) Melanie Frigoul (Fra), 3) Olga Borisova (Rus), 3) Mireia Rodriguez Salvador (Esp);

-48kg: 1) Ekaterina Dolgikh (Rus), 2) Julie Weill Dit Morey (Fra), 3) Blandie Pont (Fra), 3) Andrea Stojadinov (Srb);

-52kg: 1) Anais Mosdier (Fra), 2) Nadezda Petrovic (Srb), 3) Linda Grace Besnard (Fra), 3) Nina Estefania Linne (Esp);

-57kg: 1) Shaked Amihai (Isr), 2)Acelya Toprak (Gbr), 3) Anna Dabrowska (Pol), 3) Gaetane Deberdt (Fra);

-63kg: 1) Manon Deketer (Fra), 2) Nadia Simeoli (Ita), 3) Ida Eriksson (Swe), 3) Jovana Obradovic (Srb);

-70kg: 1) Alice Bellandi (Ita), 2) Eliza Wroblewska (Pol), 3) Martina Esposito (Ita), 3) Lucie Jarrot (Fra);

-78kg: 1) Madina Kaisinova (Rus), 2) Fanni Toth (Hun), 3) Anna Fortunio (Ita), 3) Lea Schmid (Ger);

+78kg: 1) Romane Diko (Fra), 2) Mercedesz Szigetvari (Hun), 3) Maria Hollwart (Aut), Marketa Paulusova (Cze).

Maschili:

1) Ungheria, 2) Azerbaijan, 3) Turchia

-55kg: 1) Balabay Aghayev (Aze), 2) Rashkhan Bakhishaliyev (Aze), 3) Rovshan Aliyev (Aze), 3) Murad Mirzazhanov (Rus);

-60kg: 1) Samet Kumitas (Tur), 2) Yashar Najafov (Aze), 3) Mihrac Akkus (Tur), 3) Mihrac Akkus (Tur), 3) Ahmad Yusifov (Aze);

-66kg: 1) Israil Dakayev (Fra), 2) Akos Kozma (Hun), 3) Edoardo Mella (Ita), 3) Kazbek Naguchev (Rus);

-73k: 1) Mathias Czizsek (Aut), 2) Matteo Mazzi (Ita), 3) Georgii Elbakiev (Rus), 3) Mattia Prosdocimo (Ita);

-81kg: 1) Lukas Wittwer (Sui), 2) Erlan Sherov (Kgz), 3) Kenny Komi Bedel (Ita), 3) Roland Goz (Hun);

-90kg: 1) Harry Lovellhewitt (Gbr), 2) Apor Toth (Hun), 3) Eldar Allakhverdiev, 3) Drako Brasnjovic (Srb);

-100kg: 1) Peter Arvai (Hun), 2) Jan Goldhammer (Ger), 3) Kirill Brezhnev (Rus), 3) Adil Karimli (Aze);

+100kg: 1) Richard Sipocz (Hun), 3) Lorenzo Agro Sylvain (Ita), 3) Enej Marinic (Slo).

2018-04-08T19:08:42+00:00

Leave A Comment